Visitare

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Chiesa San Giusto, di San Maroto, Pievebovigliana

Sono una scrittrice, non un’agenzia di viaggi.

Le Marche sono magnifiche da visitare. Il loro paesaggio collinare muta ad ogni curva della strada.
Il clima è continentale, con veri inverni e vere estati. La costa è naturalmente più calda dell’interno.
Posso parlare soltanto delle parti che conosco. Non conosco tutte le Marche.

La popolazione delle Marche è all’incirca di 1.500.000 abitanti.
Ci sono moltissime cose da vedere, ma proprio per questa abbondanza, molti edifici storici sono chiusi dal momento che ci vorrebbe troppo personale per tenerli tutti aperti.
Come regola generale, se sono chiusi, si può chiedere alla gente del posto come si può visitarli. A volte gli orari sono affissi, altre volte si deve fare una telefonata. Può anche capitare di non riuscire ad entrare, ed allora ci si deve accontentare di guardare dall’esterno.

Per chi telefona dall’estero, il prefisso per l’Italia è 39.

Per visitare le città d’arte, la cosa più logica, ovviamente, è prendere una guida turistica specializzata:

Guide Turistiche Marche http://www.guideturistichemarche.it/

Maria Stefania Conti (Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Basilica di Loreto) 0734859916 e 3487725940

Andrea Giordani (Provincia di Ancona) 0712905303 e 3392964619

Consiglio vivamente di fare contemporaneamente una visita archeologica, degli edifici storici e naturalistica, perché la parte alta della zona che c’interessa si trova nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini.
In primavera, la flora è lussureggiante, anche sulle montagne, ed è facile incontrare la fauna locale.
Il centro d’interesse geografico del Parco è l’altopiano di Castelluccio, con la sua fioritura di papaveri e di lenticchie fine giugno. Invece il Centro Amministrativo si trova a Visso, stupenda piccola città medievale.
Per visitare il versante Umbro, si può alloggiare per esempio al B&B e appartamenti Fontedellangelo http://www.fontedellangelo.wordpress.com
a Castelsantangelo sul Nera (MC) (+0737970112 – 3391748922 e 348704358).
Partendo da lì, si possono fare molte passeggiate in montagna, e anche visitare per esempio Spoleto, o immergersi in una atmosfera longobarda all’abbazia di San Pietro in Valle, che si trova nella Valnerina risalendo da Ferentillo (TR), in una vallata selvaggia e lussureggiante http://www.bellaumbria.net/it/religione-e-spiritualita/abbazia-san-pietro-in-valle-ferentillo/. Ci sono un ristorante ed un albergo nell’abbazia stessa. Nella chiesa si possono ammirare tombe ducali longobarde. A Ferentillo, inoltre, si possono visitare mummie naturali di gente deceduta secoli fa.

Sul versante Adriatico, per un soggiorno elegante a due passi da Camerino, città imperiale, c’è un albergo con bar e ristorante, situato in luogo isolato su una collina con un paesaggio da non perdere, dove trascorrere giornate estremamente confortevoli. Villa Fornari offre una cucina raffinata, variazione sul tema della migliore cucina marchigiana. info@villafornari.itwww.villafornari.it tel. 0737637646 e 3288299990. Camerino è la città degli imperatori Guido e Lamberto (nono secolo).

Se si sceglie di fermarsi a Pievebovigliana, qui ci sono molte cose da vedere. C’è l’edificio rotondo adibito a chiesa di San Maroto. Le scuderie di Carlo Magno lungo il Chienti: Beldiletto. I resti di almeno 2 altre fortezze e 2 cripte, di cui una sotto la chiesa principale nella parte storica di Pievebovigliana. Si deve suonare alla porta della canonica, tel. 073744108.

Per dormire e mangiare, visitare il sito http://www.comune.pievebovigliana.mc.it/?page_id=67 e cliccare su TURISMO. I miei ristoranti favoriti sono Sapori di Campagna (Aurelio Macario 073744318) per una cucina contadina biologica. Hanno ricevuto il premio 2013 Federazione dei Maestri del Lavoro d’Italia. Per una cena più elegante, Poggio delle Armonie (www.ilpoggiodellearmonie.it 0737615265). I prezzi sono comunque molto abbordabili.

Da Pievebovigliana, ci si può spostare facilmente e andare a visitare, per esempio, Camerino, le grotte di Frasassi e la magnifica chiesa franca di San Vittore delle Chiuse, Jesi, luogo di nascita dell’imperatore Federico II di Hohenstaufen. C’è una moltitudine di belle piccole città medievali come San Severino, ecc. e paesini caratteristici. Dove trovare le migliori tagliatelle fatte a mano al tartufo in questa zona delle Marche? (circa 10 euro) all’Agriturismo Col di Giove tel. +0737646291 – http://www.coldigiove.it/ su una collina sopra Muccia (MC).

Il lago di Fiastra, attrezzato per i bagni, si trova ad una decina di km da Pievebovigliana. Da Fiastra, si risale la vallata in direzione Bolognola, si incontrano pittoreschi paesini ed una fortezza in rovina molto romantica ad Aquacanina. Questa si trova a destra salendo, dietro una casa. Sovrasta il ruscello che scorre a fondo valle. Invece, girando a sinistra ad Aquacanina, dopo le fontane, si arriva agli alpeggi, la cui flora è stupefacente e protetta dall’Unione Europea: « il piano di Ragnolo ».

Spostandosi nella zona di San Ginesio, la famosa Saint-Denis franca dell’Alto Medioevo, si può alloggiare confortevolmente e mangiare molto bene nell’albergo che si trova in piazza (0733653135 chiuso il lunedì). http://www.albergocentralesanginesio.com/ e info@albergocentralesanginesio.com
La vista sulla catena dei Sibillini è fiabesca.
Da San Ginesio, si possono visitare San Claudio, Fermo, Urbisaglia, Rambona, i cinque castelli di Caldarola, Falerone e il suo piccolo teatro romano ecc. ecc.

Per il vino cotto (il vinum coctum di Carlo Magno): Cantina Terre di San Ginesio http://www.terredisanginesio.it/territorio.php Tel. 0733511196

Se si vuole fare un soggiorno più elegante, si può per esempio alloggiare nel B&B San Nicolino di Morrovalle http://sannicolino.com/index.html (0733-56495 gratis). Da lì, si è a due passi da San Claudio identificata come la cappella palatina di Carlo Magno, Santa Croce, Santa Maria Piè di Chienti, da Sant’Elpidio a Mare, Civitanova Marche, dal mare, dagli outlet dell’industria della moda e della calzatura. Si è ad una distanza ragionevole dallo shopping al mercato di San Benedetto del Tronto (martedì e venerdì, da verificare), dalle città  di Ancona, Osimo, Camerano, che hanno tutte tre una città ipogea sotto quella che vediamo, Numana, Fermo, Ascoli Piceno, Carassai, che potrebbe essere la Villa Carisiaca dei Carolingi, ecc.

Diciamo che in generale la cucina è eccellente nelle Marche, che i prodotti sono genuini e di origine locale, che i prezzi sono contenuti, particolarmente nei piccoli centri.

La pizza, nella Marche ha la pasta fine e spesso croccante. Si mangia generalmente la sera, tranne che nei “pizza al taglio” che sono sempre pieni. Le pizzerie che posso raccomandare sono l’Albergo Bellavista di Castelraimondo. D’estate si mangia su un enorme terrazzo sul tetto tel. +390737640717. L’altra pizzeria dove vado si trova ai piedi del piccolo borgo medievale di Esanatolia: La Pizzeria Sibylla +0737889140 e http://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g2184613-d3199998-Reviews-Pizzeria_Sibylla-Esanatoglia_Province_of_Macerata_Marche.html (é meglio prenotare)

Raccomando di preparare il viaggio, di reperire le cose che volete vedere sulla mappa, di consultare i siti internet dei comuni che vi interessano, poi, d’improvvisare.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vista dei Sibillini dalla strada Caldarola – San Ginesio

One Response to Visitare

  1. Emanuela says:

    Splendide!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s